Se anche tu hai sentito parlare di Qi, Prana, Soffio Vitale e altri termini che noi occidentali traduciamo con il temine "Energia" ma pensi che siano solo teorie non verificabili sei nel posto giusto. Il Nei Qi Gong ti farà cambiare idea.

Qi (Energia o Soffio Vitale) tutti ne parlano...

Ti svelo come sentirlo, muoverlo e sprigionarlo!

Il Nei Qi Gong può realmente trasformare la tua vita!

Il NEI QI GONG o, semplicemente NEI GONG, è un’antica pratica cinese che ha lo scopo di risvegliare la tua “energia interna”.

E’ l’arte di coltivare il Qi, il soffio vitale o, come la chiamiamo noi occidentali, ENERGIA. E’ presente in ognuno di noi,  ma solo attraverso una costante pratica (GONG = LAVORO), può essere risvegliata e portare enormi benefici per:

  • Vivere a lungo e in perfetta armonia
  • Portare a livello elevatissimi il proprio potenziale marziale e terapeutico
  • Raggiungere stati elevati di consapevolezza e risveglio
  • Guarire te stesso e gli altri

I benefici del Nei Qi Gong sulla salute sono così profondi che è impossibile descriverli tutti. Li scoprirai tu stesso, attraverso l’esperienza e la pratica.

E’ una disciplina che agisce su 3 livelli dell’essere:

  1. Corpo: apre i canali energetici e fa fluire liberamente il Qi, riequilibrando tutta la tua salute.
  2. Emozioni:dona calma interiore, serenità e superamento delle paure.
  3. Mente: restituisce consapevolezza, lucidità di pensiero e forza dello spirito.

Chi pratica Nei Qi Gong scopre di ammalarsi sempre più raramente e ritrova un’energia e una forza fisica che non pensava possibile.

Differenze tra il Nei Qi Gong e il Qi Gong

Chi si approccia per la prima volta alle discipline orientali, trova difficoltà a capire la differenza tra il NEI QI GONG e il QI GONG.

Entrambi lavorano sul Qi (Energia), l’obiettivo da raggiungere è diverso:

  • NEI QI GONG ha lo scopo di incrementare l’energia interna (NEI QI), accumulare e conservare il Qi nel DAN TIEN, per essere poi utilizzato.
  • QI GONG ha più semplicemente lo scopo di far fluire il Qi in modo armonico, ma non incrementarlo.

Quindi, il NEI QI GONG coltiva una quantità e una qualità maggiore di Qi, superiore alle necessità personali per poterlo utilizzare per scopi che vanno al di là della propria salute.

Il NEI QI GONG è stato portato per la prima volta in Europa da Shifu Costantino Valente e diffuso in tutta Italia da Shifu Stefano Stefanelli, allievo diretto e più anziano di Sifu Costantino Valente.

E’ strutturato a livelli e viene trasmesso da Maestro ad allievo, attraverso seminari intensi e ricchi di pratica.

Ti guido da zero al risultato finale!

6 Pratiche di base

Prima pratica

XING SHEN ZHUANG GONG

Con la prima pratica di base iniziamo lo studio di una forma di Qi Gong, proveniente dalla tradizione dell’Emei Shan, che ha molteplici obiettivi.

Fisicamente sblocca la circolazione energetica attraverso esercizi posturali, anche piuttosto intensi, che aprono le singole articolazioni e liberano i percorsi dei meridiani

Questa sequenza, chiamata XING SHEN ZHUANG GONG, è “Il metodo di riunificazione dello Shen, il senza forma, lo spirito che aspira al cielo, nello Xing, il contenitore, la forma, il telaio strutturante”.

Una chiara indicazione di come il Qi Gong non possa prescindere da un importante rapporto fra l’energia che anima e il corpo animato.

Questo lavoro, sia pur di base, è in realtà un complesso sistema di esercizi in cui la mente dirige il Qi in punti chiave dell’energetica cinese, che vengono stimolati fisicamente da posture mirabilmente architettate.

La pratica del vero Nei Qi Gong porta a una delocalizzazione dell’intero sistema energetico verso il Dan Tian, la zona sotto l’ombelico vista come riserva di Qi, una riserva aurea cui attingere in caso di bisogno o se lanciati verso più alti obiettivi di auto realizzazione.

Seconda Pratica

YANG QI GONG

Nella seconda pratica di base vediamo un primo importante esercizio di respirazione, lo YANG QI GONG, atto a sviluppare la presenza di Qi Yang nell’organismo.

Un buon Qi in fase Yang significa avere maggiore vitalità, forza, vigore, lucidità mentale, aumento delle capacità sessuali e crea il necessario substrato energetico per poter affrontare i percorsi successivi.

Questo complesso di tecniche prevede la capacità di controllare la respirazione, di lavorare canalizzando il Qi con la mente su parti fondamentali di raccolta e stimolo energetico dell’organismo e aiuta il rinvigorimento delle porte inferiori del Qi.

Terza Pratica

ZHENG SONG DA FA

Nella terza pratica di base si affronta una forma di meditazione che apre le porte ad entrambe le vie fondamentali della pratica taoista, vale a dire le metodiche del Cielo Anteriore (Xian Tian) e quelle del Cielo Posteriore (Hou Tian).

Lo ZHENG SONG DA FA, ovvero il Metodo del “Crescere Eretti e del Rilassamento”, sia in senso simbolico che fisico, dona al praticante lo strumento necessario per poter eseguire meditazioni anche di lunga durata nella quiete.

Si acquisisce così la necessaria concentrazione per rimanere attenti e nella giusta postura per un perfetto flusso del Qi nel corpo.

È questa una tecnica antica (si dice che Zhang San Feng, il fondatore del Tai Ji Quan ne fosse un cultore) che implementa il flusso del Zheng Qi e la raccolta di Jing Qi nel Dan Tian, in modo da arrivare a formare il bacino di raccolta in cui poi con il Nei Qi Gong si apporterà Yin e Yang Qi per la costituzione del Dan, la perla.

Quarta Pratica

LING QI

Nella quarta pratica di base viene fatta un’iniziazione atta al richiamo del LING QI (Energia Spirituale).

La trasmissione mediante simboli e suoni specifici appartiene alla tradizione cinese, come del resto molto di quanto sviluppato in ambito energetico e spirituale in estremo oriente.

Quinta Pratica

HOU TIAN XI

Nella quinta pratica di base, partendo dalla struttura meditativa costruita, iniziamo ad eseguire le tecniche di respirazione dette HOU TIAN XI, cioè di Respirazione Post natale, che seguono il naturale flusso dell’aria nella Respirazione Addominale.

Questa tecnica è un grandioso esempio di come passo passo si arrivi a lavorare sul Dan Tian aprendone le porte e arrivando ad averne una percezione tangibile senza false sensazioni di Gui Qi, cioè di Qi illusorio.

L’area del Dan inizierà a sussultare spontaneamente e con la pratica corretta le sensazioni spesso descritte nei testi, come una naturale vibrazione, lo sviluppo di calore, il preciso senso di una presenza vitale nell’addome diverranno realtà.

Sesta Pratica

XIAN TIAN XI

Nella sesta pratica di base, attraverso la pratica della XIAN TIAN XI, trasformiamo la respirazione da un piano orizzontale ad uno verticale, operando un’inversione dei naturali flussi del Qi.

Iniziazione

Tra le pratiche di base e quelle superiori si svolge l’antico rituale di accettazione del nuovo allievo, che entra così a far parte della famiglia ristretta.

 

6 Pratiche Superiori

Prima pratica superiore

DIAN QI GONG

Da sempre attenti alla possibilità di assorbire e interscambiare energia dagli elementi naturali, alcuni Maestri cinesi hanno, nel secolo scorso, studiato la possibilità di utilizzare come fonte di energia la corrente elettrica, vedendo e notando come in effetti la manifestazione più evidente del Qi in coloro che hanno la capacità di Fa Qi (emettere Qi), fosse una sensazione di corrente che scorre nel corpo.

Questo metodo, a lungo tenuto segreto, produce:

  • una accelerazione dei processi di accumulo del Qi
  • il raggiungimento di un elevato controllo sull’intero sistema nervoso, in modo da riuscire a dominare persino l’involontaria contrazione dei muscoli anche sotto stimolo elettrico o dolorifico

Alla fine del percorso di apprendimento il praticante può riuscire a stare attaccato alla tensione elettrica anche di 220V, senza subire danni, per tutto il tempo della pratica.

In questo sistema verrà poi insegnato un metodo con cui sarà possibile intervenire con trattamenti di “digitopressione elettrica”.

Attraverso il contatto fra le persone si potrà trasmettere sui punti sensibili un’adeguata stimolazione elettrica che attivi dei processi di guarigione, risolutivi per molte patologie.

Questo sistema, utilizzato in alcuni ospedali cinesi da esperti maestri di Qi Gong, si è da lungo tempo rivelato un importante sistema di guarigione.

Seconda pratica superiore

LIAN GONG

Nella seconda pratica superiore, LIAN GONG, si lascia scorrere l’energia in alcune zone del corpo, sollecitando in maniera particolare i Lao Gong e incrementando la consapevolezza della circolazione energetica.

Terza pratica superiore

DA ZUO

Nella terza pratica superiore, DA ZUO, in posizione seduta continua la circolazione di energia nel corpo, andando a prendere consapevolezza del percorso che collega il Dan Tian ai Lao Gong.

Quarta pratica superiore

TONG ZI GONG

Nella quarta pratica superiore, TONG ZI GONG, si raffina il Jing e si accumula il Qi nel Dan Tian, continuando a sentirlo e a farlo circolare nel corpo. In questa fase è possibile tramite contatto trasferire energia negli altri.

Quinta pratica superiore

LIANHE DANTIAN

Nella quinta pratica superiore, LIANHE DANTIAN, si riuniscono i tre Dan Tian e, attraverso due particolari circolazioni energetiche e una specifica tecnica di respirazione, si pratica il Fa Gong (emissione di energia).

Sesta pratica superiore

SHEN GONG o XIANG GONG (Tecnica dell’incenso)

La sesta pratica superiore, lo SHEN GONG o XIANG GONG, è chiamata anche “Tecnica dell’incenso” per il fatto che la pratica individuale inizia con l’utilizzo di bastoncini particolari di incenso e la cui durata è legata proprio alla durata dell’incenso stesso.

La trasmissione completa del simbolo (FU o GONG), la recitazione di una invocazione e i Mudra in cui sono posizionate le mani, sono al centro di questa pratica la cui interezza è appannaggio di pochi, ma che dona caratteristiche di trasmissione a distanza della propria capacità di emettere Qi.

Infine, come vertice di un insegnamento per secoli tenuto segreto in ristrette cerchie di scuole esoteriche Taoiste, trasmettiamo una pratica in cui Hou Tian e Xian Tian si incrociano con il richiamo supremo del Ling Qi (Energia Spirituale).

Inizia subito il percorso di Nei Qi Gong

Non aspettare. I corsi in Body Energy System  sono a numero chiuso. Shifu Stefano Stefanelli ti segue personalmente dall’inzio alla fine del tuo percorso. E’ per questo che non si accettano più di 12  iscritti in un corso.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Fai il primo passo nel Nei Qi Gong

Inserisci qui sotto il tuo nome e la tua migliore email e ti svelerò tutto.

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco