Approfondimenti

Medicina tradizionale cinese (MTC) e Nei Qi Gong

autore di Leonardo Marseglia

C'è un assioma nella medicina tradizionale cinese, ossia che noi siamo in salute quando ci poniamo in condizione di vibrare simultaneamente alle leggi della natura.

Non a caso questa medicina è una delle più antiche, ed ancora ai giorni nostri, continua ad essere utilizzata alla base di varie discipline terapeutiche.

Ad esempio, il Tuina e lo Shiatsu, basano le loro tecniche proprio sulla MTC.

 

Arti Marziali e Medicina Cinese

 

Anche molte Arti Marziali autentiche vengono irrorate da essa, seppur di meno rispetto alle suddette discipline terapeutiche, in quanto il tempo nella maggior parte dei casi, distorce inevitabilmente i concetti e le pratiche, soprattutto se non vengono "protette" adeguatamente.

L'occidentalizzazione e quindi l'accesso libero a queste pratiche, ha dato il colpo di grazia rendendo la medicina tradizionale cinese un insieme di "protocolli" e argomenti, che difficilmente possono essere messi in pratica.

La domanda che sorge spontanea è: come può la MTC essere applicata concretamente nelle terapie e nella marzialità, oltre che nella vita di tutti i giorni?

Abbiamo detto che la medicina tradizionale cinese irrora le discipline ad essa associate! Allo stesso modo, c'è qualcosa che le permette di ottenere quella concretezza funzionale: la vera pratica energetica, e più dettagliatamente, il Nei Qi Gong!

Quando il praticante lavora sul Qi, lo accresce e lo percepisce scorrere in ogni fibra del proprio corpo, allora può percepire quello che accade in un paziente, nonché servirsi della medicina tradizionale cinese senza perdersi nei concetti troppo schematici e complessi, che sicuramente non fanno parte della cultura cinese, ma sono stati inquinati da successive interpretazioni.

Questa è la Via Maestra soprattutto per un occidentale. Siamo abituati alla medicina classica dove tutto è scindibile.

Non è così per la MTC, dove invece, la componente Corpo-Mente-Spirito deve rimanere forte e ogni sfera deve influenzare positivamente l'altra.

Scrivere e leggere questo è semplice. Ma applicarlo senza essere un praticante di Nei Qi Gong non è possibile.

Questo perché un praticante, tramite le varie pratiche interne, lavora sul proprio mondo emotivo, sullo Spirito. Il che rende lucida e "silenziosa" la Mente, facendo scorrere il Qi liberamente nel Corpo, quindi rinforzandolo.

Solo così creerà lo stesso effetto in un paziente nel momento in cui va a trattarlo.

Il Qi e il lavoro su di esso, è il collante tra la medicina tradizionale cinese, e ogni altra disciplina sia essa terapeutica o marziale. Ecco quindi un altro assioma, un'altra verità innegabile.

Bisogna quindi, comprendere l'essenza del Qi per creare quell'alchimia capace di rendere semplice e applicabile, una delle discipline millenarie, più affascinanti di sempre.

Vuoi approfondire?

Contattaci

Approfondimenti

Mostra tutti
La Xing Shen Zhuang Gong nelle terapie energetiche. Parte seconda

Scopriamo insieme le caratteristiche di questa pratica e quali sono gli esercizi principali

La comunicazione: uno scambio energetico

L'uomo ha bisogno di comunicare, non solo con le parole. Scopriamo insieme la comunicazione nelle arti marziali: uno scambio di energie.

map

Cerca scuola

Nella nostra Scuola abbiamo istruttori certificati che provengono da ogni parte d'Italia.
Cerca la sede piĆ¹ vicina a te e inizia a praticare con noi!

Vuoi approfondire?

Contattaci

© ASD Jing Tao Via Tranzano, snc 04023 Formia LT - C.F. 90054190591 Privacy Policy

Realizzazione sito